Electronic banking

Visita il sito Eurasia 24
russia24_new.gif

STATNEWS N.317

L’economia russa riparte, ma ci vorrà molto tempo e molto lavoro per curare tutte le ferite

Il settore bancario russo diventa sempre più trasparente: in calo il numero delle transazioni sospette - La Banca Centrale russa ha stimato l’utile del settore bancario per il 2020 – Aumentano le perdite dell’industria del turismo della Russia - In Russia il volume degli investimenti in immobili commerciali è in forte aumento.

 

Banca Centrale russa: in calo il numero delle transazioni sospette nel settore bancario
Nella prima metà del 2020 il volume delle transazioni sospette nel settore bancario russo è diminuito di 1,5 volte, ha dichiarato un portavoce della Banca Centrale russa. Secondo il regolatore, le transazioni con indizi di fuga finanziaria all’estero sono diminuite ammontando a 18 miliardi di rubli. La Banca Centrale ritiene che il trend sia associato a un calo del volume delle transazioni sospette legate al pagamento di servizi. Contemporaneamente, il volume dei prelievi di ingenti somme di contanti è diminuito di 1,4 volte, fino a 38 miliardi di rubli. Secondo le stime della Banca Centrale, il 72% di tali transazioni era costituito da prelievi da conti bancari e da carte appartenenti a persone fisiche.

La Banca Centrale russa ha stimato l’utile del settore bancario per il 2020
“Secondo i risultati del 2020, le banche russe potrebbero avere un guadagno pari a 1.200-1.300 miliardi di rubli o più, se si riuscirà ad evitare una seconda ondata su larga scala di coronavirus e nuove misure restrittive”, ha dichiarato Alexander Danilov, direttore del Dipartimento di supporto alla vigilanza bancaria della Banca Centrale russa. Nei primi 8 mesi del 2020 le banche hanno incassato 933 miliardi di rubli, che, secondo Danilov, “è molto, tenendo conto delle circostanze (COVID-19)”. “Il fatto che le banche abbiano un utile contribuisce alla stabilità del sistema, perché il profitto è “la prima linea di difesa” volendo aumentare le proprie riserve, e costituisce una fonte di capitale che consente alle banche di crescere e finanziare l’economia, il che è particolarmente importante durante il periodo di ripresa che segue il lockdown”, ha affermato Danilov.

In Russia l’industria del turismo ha perso miliardi a causa del coronavirus
Il settore del turismo russo ha perso 1.500 miliardi di rubli a causa del coronavirus, ha dichiarato il presidente dell’Unione russa dell’industria turistica, Andrej Ignatiev, secondo il quale “le perdite riguardano anche il settore alberghiero e la ristorazione”. In Russia più di 1,2 milioni di persone sono risultate positive al COVID-19. Come annunciato dal presidente russo, Vladimir Putin, il Paese è oggi al quarantesimo posto nel mondo per numero di contagi ogni 100.000 cittadini, e al centesimo posto per numero di vittime. Inoltre, la Russia è stato il primo Paese al mondo a sviluppare, registrare e utilizzare un vaccino contro il virus.

Rosstat riferisce quali prodotti hanno subito un rincaro nel mese di settembre
A settembre in Russia il prezzo dello zucchero è aumentato del 7,8% rispetto al mese precedente. È aumentato del 2,63% anche il costo di un altro prodotto molto amato dai consumatori russi, ovvero l’olio di girasole. Rispetto a dicembre 2019, il rincaro di questi prodotti è stato del 33,11% e del 7,24%, ha riferito l’agenzia di statistica russa Rosstat.

Le banche rivelano quali sono le valute scelte dai residenti russi per i propri risparmi
La maggior parte dei russi, vale a dire l’89%, possiede depositi bancari in rubli. Solo una piccola parte dei cittadini ha conti in dollari ed euro, e una percentuale ancora minore sceglie per i propri risparmi delle cosiddette valute “esotiche”(ad esempio la sterlina britannica, oppure il franco svizzero). Secondo i portavoce delle banche russe interpellate, dall’inizio del 2020 la componente valutaria dei singoli conti è diminuita dell’8%. Tuttavia, dall’agosto di quest’anno, a causa del calo del tasso di cambio del rublo, la quota dei conti in dollari e in euro ha iniziato a crescere.

Covid-19: in calo l’utile dei negozi di calzature e abbigliamento
Nel mese di settembre l’utile dei negozi russi di calzature e abbigliamento si è ridotto rispetto allo stesso periodo del 2019. A settembre 2020 i ricavi dei retailer fisici di calzature sono diminuiti del 17%, mentre quelli dei negozi di abbigliamento hanno subito un calo del 5%.
Rispetto all’inizio dell’anno anche il numero dei negozi in Russia è in calo: -13% per l’abbigliamento, -7% per le calzature. L’industria è stata colpita più duramente nelle regioni di Mosca, San Pietroburgo, Samara e Nizhnij Novgorod.
Nella capitale, ad esempio, i ricavi dei negozi di calzature sono diminuiti del 28% rispetto a settembre 2019.

In Russia il volume degli investimenti in immobili commerciali è in forte aumento
Nei primi nove mesi del 2020 il volume degli investimenti in immobili commerciali in Russia è aumentato del 40% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, raggiungendo un livello pari a 2,2 miliardi di euro.
Secondo l’ultima relazione della società di consulenza Cushman & Wakefield “più della metà del totale degli investimenti è stata destinata agli uffici (33%) e agli immobili industriali (27%), i terreni edificabili hanno attratto il 21% degli investimenti e il retail il 15%”. La quota degli investitori esteri in questo tipo di operazioni è stata solo del 2% (51 milioni di euro). Si registra un deflusso di capitali esteri dal settore immobiliare russo a partire dal 2017, e negli ultimi 3 anni ha eguagliato più di 1 miliardo di euro. I capitali esteri sono stati sostituiti da quelli nazionali, in particolare 396 milioni di euro nel 2019 e 215 milioni di euro dall’inizio del 2020. Nel periodo gennaio-settembre 2020 il volume più cospicuo di capitale estero in fuga si è registrato nel segmento del retail (58%). Secondo le previsioni di Cushman & Wakefield, nel 2021 gli investimenti nel mercato immobiliare commerciale russo ammonteranno a circa 3,5 miliardi di euro.

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×