Sempre più capillare la presenza italiana nelle regioni russe

Incontri al MID

Il 29 maggio l’Ambasciatore Cesare Ragaglini ha avuto una serie di importanti incontri al MID. Con il Vice-Ministro Karasin egli ha trattato degli ultimi sviluppi della crisi ucraina alla luce delle più favorevoli prospettive determinate dall’elezione di Poroshenko a nuovo Presidente con una larga maggioranza. L’andamento dei negoziati sul dossier nucleare iraniano è stato al centro di un successivo colloquio con il Vice-Ministro Ryabkov, mentre con il Vice Ministro Bogdanov l’Ambasciatore ha discusso della situazione in Libano in vista della Conferenza sul sostegno internazionale alle Forze Armate di quel Paese prevista a Roma il 17 giugno.

Lo Chef 7 Stelle Michelin Gordon Ramsey in Ambasciata per il Gala promozionale del Resort “Forte Village” di Santa Margherita di Pula

Lo Chef Stellato Gordon  Ramsey ospite dell’Ambasciata in occasione del Gala promozionale del Resort “Forte Village”, nome di eccellenza dell’hotellerie di lusso italiana. Su invito di Forte Village, Ramsey ha realizzato per i selezionati ospiti e per i rappresentanti dei media presenti alla Cena di Gala un menu ispirato ai sapori della Sardegna e della cucina mediterranea.
Forte Village - ha sottolineato l’Ambasciatore Ragaglini - è una storia di successo dell’eccellenza italiana nel mondo  e della cooperazione tra l’Italia e la Russia, celebrata quest’anno in occasione dell’Anno Incrociato del Turismo tra i due Paesi. Oltre 1 milione e 200 mila i viaggiatori russi che hanno visitato l’Italia nel 2013 - ha ricordato ancora l’Ambasciatore - con tassi di crescita a tre cifre negli ultimi anni. 70.000 i turisti russi che lo scorso anno hanno scelto il Forte Village e la Sardegna per trascorrere le loro vacanze. I clienti russi costituiscono il 35% delle presenze del prestigioso Resort di Santa Margherita di Pula, secondo Lorenzo Giannuzzi, Managing Director del Gruppo Eleganzia, che ha presentato il nuovo video promozionale realizzato per il mercato russo.  La serata è stata organizzata in collaborazione con American Express e altri partner.

Giubileo per i 50 anni della costituzione della Camera di Commercio Italo-Russa

L’Ambasciatore Cesare Ragaglini è intervenuto  all’Assemblea Generale della Camera di Commercio Italo-Russa (CCIR), convocata in occasione del Giubileo per il cinquantenario della sua costituzione. All’evento hanno preso parte il Presidente Rosario Alessandrello, il Direttore dell'Agenzia ICE Mosca, Maurizio Forte, il Presidente di Confindustria Russia Ernesto Ferlenghi, esponenti delle Istituzioni russe e rappresentanti locali delle principali compagnie italiane.
Nel suo intervento l’Ambasciatore Ragaglini ha messo in rilievo il fondamentale ruolo svolto dalla Camera di Commercio fin dagli anni ‘60, sostenendo le aziende italiane nelle fasi di ingresso nel mercato russo, promuovendo gli scambi commerciali e l’integrazione tra le imprese. Quale luogo d’incontro ideale tra il mondo imprenditoriale italiano e quello russo, la Camera di Commercio ha  contribuito in maniera sostanziale allo sviluppo dei rapporti italo-russi in diverse epoche storiche.
L’Italia, secondo Partner commerciale della Russia in Europa, potrà esercitare un ruolo cruciale anche per il futuro: i sistemi economici dei due Paesi sono  complementari e ben integrati, gli investimenti diretti sono negli ultimi anni cresciuti da entrambe le parti e le aziende italiane hanno il potenziale per soddisfare la domanda russa di beni strumentali e tecnologici necessari alla modernizzazione del Paese.

Giornate di Mosca a Roma e Milano

Dal 26 al 31 maggio si terranno le "Giornate di Mosca a Roma e Milano", articolate in un denso programma di eventi culturali (concerti di musica classica e jazz, mostre di fotografia e di "street art"), di iniziative di collaborazione sportiva (due incontri amichevoli di calcio e visite alle strutture sportive italiane, in preparazione dei Mondiali del 2018) e di promozione economica (Business Forum, incontri e seminari sui temi della pianificazione urbanistica, dei trasporti, dell'attrazione degli investimenti e del sostegno alle piccole e medie imprese). Le Giornate, promosse dal Governo di Mosca, in collaborazione con i Comuni di Roma e Milano, si inseriscono nel quadro delle attività dell'Anno Incrociato del Turismo, coordinate dall'Ambasciata e dal Ministero della Cultura della Federazione Russa.  Durante le Giornate di Roma è prevista da parte del Sindaco Sobyanin e del Sindaco Marino la firma di un Protocollo di Amicizia e del Programma di Cooperazione tra Roma e Mosca per il triennio 2014-2017. In occasione del Business Forum italo-russo di Milano, organizzato da Promos, verrà invece sottoscritto un Accordo di collaborazione tra la Camera di Commercio di Mosca e la Camera di Commercio di Milano.
Il programma delle giornate è consultabile sui siti:
http://moscow-italy.org
http://it.italiagodturisma.com/giornate-di-mosca/

Presentazione di Expo Milano 2015 al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo

Vice Primo Ministro della Federazione Russa, Igor ShuvalovL’Ambasciatore Cesare Ragaglini è intervenuto al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, insieme al Vice Primo Ministro della Federazione Russa, Igor Shuvalov, per presentare Expo Milano 2015.
Nel suo intervento,  l’Ambasciatore Ragaglini ha illustrato il tema centrale dell’Esposizione, “Nutrire il Pianeta. Energia per la vita”, che permetterà a tutti i partecipanti  (Stati, Organizzazioni Internazionali e società civile) di approfondire il problema dell’alimentazione e della crescita sostenibile, valorizzando al contempo le tradizioni e le eccellenze di ciascun Paese.
Il Padiglione Russo, uno dei più imponenti come dimensioni, sarà costruito attorno al tema della Sicurezza Alimentare e avrà un ruolo centrale nell’Esposizione. Numerosi i turisti russi attesi a Milano per visitare l’Expo, anche alla  luce del programma “Expo by Night”, una rassegna di concerti, eventi culturali e mostre che si terranno dal 1˚ maggio al 31 ottobre 2015 nel sito espositivo.

Mostra fotografica “Una passeggiata per la Roma russa. 1870-1920”

È stata inaugurata al Museo di Mosca la mostra “Una passeggiata per la Roma russa. 1870-1920” organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura con il sostegno dell’Ambasciata , dell’Università di Tor Vergata e del Centro Studi Ivanov di Roma nel quadro delle attività dell’Anno del Turismo Italia-Russia. La mostra si compone  di 32 fotografie d’epoca e di documenti che raccontano la “fioritura” della “Roma russa” tra il 1870 e il 1920 in una passeggiata immaginaria  nei luoghi di ritrovo della comunità russa dell’epoca.  Dalla Biblioteca Gogol’ in Via delle Colonnette alla “Taverna russa” in Via della Vite, dalla casa editrice “Slovo” in Piazza del Popolo ai luoghi legati al poeta e filosofo Vjaceslav Ivanov. La storia dei luoghi russi è corredata dai ritratti delle personalità che animarono la vita della comunità russa di Roma: da personaggi meno noti come il violoncellista Aleksandr Barjanskij, l’archeologa Tat’jana Varšer, il pittore Andrej Beloborodov, il regista Aleksandr Ural’skij, l’avvocato Nikolaj Karabčevskij, lo scrittore Osip Felyne, a figure di maggiore fama come Vjačeslav Ivanov e l’attrice Tat’jana Pavlova.  La mostra racconta l’evoluzione della colonia russa a Roma che negli anni a cavallo tra la fine dell’Ottocento e il primo ventennio del Novecento crebbe numericamente con l’arrivo di una nuova emigrazione costituita da  emigrati politici, musicisti, attori, ballerini e cineasti che si aggiunge a quella degli aristocratici, dei diplomatici e degli artisti già esistente.
Dopo Mosca, la mostra – curata da Olga Strada e Bianca Sulpasso - verrà esposta anche in altre città della Federazione Russa.

Lectio magistralis dell'Ambasciatore Cesare Ragaglini presso l'Università Statale di Mosca

L'Ambasciatore Ragaglini ha tenuto una lectio magistralis presso l'Università Statale di Mosca MGU, una delle più autorevoli istituzioni accademiche della Federazione Russa, dedicata al tema del soft power come strumento di politica estera.
Nel suo intervento l’Ambasciatore Ragaglini ha esaminato in particolare il suo crescente rilievo per la proiezione dell’immagine internazionale dell’Italia, rappresentata dalle sue eccellenze in campo culturale, artistico, gastronomico e dalla particolare attrazione del “Made in Italy” in tutte le sue manifestazioni. In questo quadro l’Ambasciatore ha anche sottolineato che la principale sfida relativa al soft power si misurerà soprattutto intorno alla capacità italiana di affermarsi presso il pubblico anche come laboratorio dell’innovazione e dell’avanguardia tecnologica, nel solco di una tradizione che ha visto il nostro Paese contribuire in maniera determinante alle scoperte che hanno influito sulla vita delle persone negli ultimi secoli.
La lectio magistralis, svoltasi alla presenza del Preside della Facoltà di Storia Karpov, e’ stata assai apprezzata riscuotendo notevole interesse nella sessione di domande e risposte apertasi dopo la sua conclusione.

Laurea honoris causa al Presidente della SIOI Frattini presso l’Accademia Diplomatica del MID

L'ex Ministro degli Esteri, Franco Frattini, ha ricevuto una laurea honoris causa dall'Accademia Diplomatica del Ministero degli Esteri russo per il suo impegno nello sviluppo delle relazioni e della comprensione reciproca tra Italia e Russia.
Dopo il conferimento del titolo, da parte del Rettore Bazhanov, Frattini - in qualità di Presidente della Società italiana per l'organizzazione internazionale (SIOI) - ha tenuto una conferenza sul tema delle relazioni tra Federazione Russa, UE e Occidente. Nel suo intervento, l'ex Ministro ha affrontato le criticità degli attuali rapporti, soprattutto alla luce della situazione in Ucraina, sottolineando tuttavia l'importanza di far prevalere il dialogo. Alla cerimonia sono stati presenti l'Ambasciatore Cesare Ragaglini e il Vice Ministro degli Esteri russo Aleksey Meshkov.

Russian Friendly: l’Ospitalità italiana parla russo.  Comunicato Stampa

Nell’ambito dell’Anno del Turismo italo-russo, l’Ambasciata d’Italia a Mosca, in collaborazione con ENIT e con i maggiori Tour Operator russi, ha sviluppato il Decalogo di Raccomandazioni “Russian Friendly” rivolto al sistema ricettivo e turistico italiano con l’obiettivo di censire le strutture “attrezzate” ad accogliere al meglio il turista russo e di favorire l’incremento dei flussi turistici dalla Russia attraverso il miglioramento dei servizi alla clientela russa.
Gli alberghi italiani che aderiranno all’iniziativa potranno essere segnalati come “Russian Friendly” agli operatori del mercato russo. “Un mercato in fortissima crescita” – ha ricordato l’Ambasciatore Cesare Maria Ragaglini – “con un flusso di visitatori che nel 2013 ha superato il milione e 200 mila presenze con un indotto sull’economia italiana pari a oltre 1 miliardo e 300 milioni di euro”.
Come diventare “Russian Friendly”: dalla realizzazione di pagine web in lingua russa, alla traduzione in russo della segnaletica interna, alla presenza di un receptionist o assistente russofono, anche in condivisione con altre strutture, alla disponibilità di canali televisivi russi. Sono alcuni dei “consigli” suggeriti dal Decalogo, che si rivolge anche agli esercizi commerciali e ai negozi dove i russi amano acquistare il Made in Italy, ai quali viene richiesto il “tax free” e la disponibilità di un “personal shopper”.
Nei prossimi giorni Federalberghi inviterà 27.000 strutture ricettive ad effettuare un checkup gratuito on line, che consentirà di rilevare la disponibilità dei servizi “Russian Friendly”.
“L’attenzione verso il mercato russo - ha dichiarato il Presidente di Federalberghi Bernabò Bocca – è di vitale importanza per le strutture ricettive e l’economia nazionale. Si tratta infatti di un segmento di clientela che registra anno dopo anno incrementi ragguardevoli ed avvicina sempre più l’Europa mediterranea a quella orientale coniugando cultura ed ospitalità”.
“Il progetto mira a favorire servizi e standard di qualità e di attenzione alla cultura e alle sensibilità russe, che costituiscono importanti fattori di fidelizzazione per un turista “repeater”, come quello russo, per il quale l’Italia è il Paese in cui amano maggiormente ritornare” ha sottolineato l’Ambasciatore Ragaglini “perché un turista russo soddisfatto diventa un cliente fedele che ritorna e che acquista il meglio del nostro Made in Italy”.
Il progetto “Russian Friendly” verrà promosso sul mercato russo tramite il Portale www.italiagodturisma.com, con i Tour Operator e i media di settore e in occasione delle principali fiere del turismo della Federazione Russa.
Per ulteriori informazioni:
E-mail:
mosca.annoturismo@esteri.it
info@federalberghi.it


Pagine prodotte in collaborazione con l’Ufficio stampa dell’Ambasciata d’Italia a Mosca