Putin firma un programma per stimolare la crescita

ANALISI Tra le misure c’è l'aumento della capitalizzazione degli istituti di credito

Il presidente russo Vladimir Putin ha ordinato l'elaborazione di misure supplementari al fine di stimolare la crescita economica, in particolare invitando a redigere delle norme per il trasferimento sotto giurisdizione russa delle società di rilevanza sistemica per l'economia del Paese, ha riferito il servizio stampa del Cremlino.
"Entro il 1° novembre il governo è chiamato ad elaborare ed adottare dei criteri sulla base dei quali le principali società di rilevanza sistemica per l'economia della Federazione dovranno necessariamente trovarsi, insieme alle rispettive filiali, sotto giurisdizione russa. Inoltre, sarà necessario stabilire forme, condizioni, procedure, modalità e termini al fine di stimolare il trasferimento in Russia delle suddette società, che si trovano al momento sotto giurisdizioni estere" - si afferma in un documento pubblicato sul sito del Cremlino.

Il presidente russo, Vladimir PutinPutin ha anche incaricato il governo di decidere entro il 1° settembre riguardo alla creazione di un fondo per lo sviluppo industriale, al fine di incrementare la disponibilità dei prestiti per il finanziamento dei progetti in base alle priorità.
Inoltre, per incoraggiare le imprese a rinnovare le proprie risorse principali, entro il 1° dicembre il governo è incaricato di preparare ed implementare presso la Duma una rettifica della legge sulle imposte e sulle tasse, che preveda un aumento del livello di tassazione per le aziende in possesso di apparecchiature obsolete. Allo stesso tempo, entro il 1°  settembre, dovranno essere pronte le rettifiche relative alla medesima legge, sulla base di quanto deciso dagli organi federali, volte a istituire un meccanismo di concessione di benefici fiscali alle imprese industriali di nuova costituzione, entro i limiti del volume totale delle loro spese di capitale.
Sempre entro il 1° settembre, il consiglio dei ministri dovrà adottare delle misure per la semplificazione delle procedure di selezione dei progetti di investimento e delle modalità di concessione di garanzie statali per la loro realizzazione, considerando la necessità di ridurre significativamente i tempi di decisione per tali questioni.
Putin ha anche incaricato il governo e la Banca Centrale di presentare entro il 1° giugno una serie di proposte relative al meccanismo di project financing sulla base di un tasso di interesse finale per il debitore che non superi per più dell'1% il livello di inflazione. Entro il 1° ottobre si dovrà decidere relativamente all'aumento della capitalizzazione degli istituti di credito russi di rilevanza sistemica, anche attraverso la conversione di crediti subordinati in azioni privilegiate, mentre entro il 1° novembre bisognerà garantire l'adozione di atti normativi volti a promuovere tra aziende e banche commerciali le modalità di project financing.
Il Presidente ha incaricato il governo di presentare entro il 1° luglio delle proposte per aumentare almeno del doppio il volume di costruzione e ristrutturazione delle strade del Paese. Il paragrafo pertinente è contenuto nell'elenco degli ordini del capo di Stato relativo ad ulteriori misure per stimolare la crescita economica, pubblicato sul sito ufficiale del Cremlino.
Ricordiamo che, nel mese di febbraio, la delegazione dell'Accademia Russa delle Scienze ha presentato al Presidente una relazione sui possibili metodi per stimolare la crescita economica, mostrando un modo per intraprendere “la via dello sviluppo sostenibile " con una crescita del PIL "fino al 6-8% all'anno" e con l'adempimento degli "editti di maggio" del Presidente.

Sintesi

Entro il 1° ottobre il governo e la Banca Centrale dovranno decidere relativamente all'aumento della capitalizzazione degli istituti di credito russi di rilevanza sistemica, anche attraverso la conversione di crediti subordinati in azioni privilegiate. I responsabili per l'esecuzione degli ordini saranno il Premier Dmitrij Medvedev e la direttrice della Banca Centrale Elvira Nabiullina.

Inoltre, entro il 1° giugno, sarà necessario presentare delle proposte relative al meccanismo di project financing dopo aver considerato le fonti dei crediti a lungo termine e una volta stabilito che il tasso di interesse finale per il debitore sia inferiore al livello di inflazione annuale almeno dell'1%.  Allo stesso tempo, bisognerà assicurare che entro il 1° novembre si adottino leggi e regolamenti volti a incrementare da parte di imprese e banche l'impiego del meccanismo di project financing.

Il Presidente ha incaricato il governo di approvare, entro il 1° novembre, i criteri secondo i quali le società di rilevanza sistemica per l'economia russa e le loro "filiali" dovranno trovarsi necessariamente sotto la giurisdizione della Federazione Russa. Inoltre è necessario definire forme, condizioni, modalità e termini per stimolare il trasferimento di queste società sotto giurisdizione russa.

Allo stesso tempo, entro il 1° dicembre, il governo è incaricato di preparare ed implementare all'interno della Duma delle rettifiche che prevedano un aumento del livello di tassazione sulle organizzazioni  in possesso di apparecchiature obsolete.