Il Cremlino aiuta le imprese piccole e medie russe

INIZIATIVA Il premier ha ordinato la creazione di un'agenzia per il sostegno alle Pmi

Il Presidente del governo della Federazione Russa Dmitry Medvedev ha firmato un decreto per l'istituzione di una società per azioni aperta, "un'organizzazione non bancaria di deposito e di credito", "un'agenzia di garanzia sui prestiti". Secondo il documento, lo scopo della nuova agenzia sarebbe quello di garantire il sostegno alle piccole e medie imprese. Il capitale autorizzato della S.p.a. è di 50 miliardi di rubli.
Come indicato nella nota introduttiva al documento, attualmente, in Russia, è limitato il numero di piccole e medie imprese che investono i propri fondi. Il basso livello di redditività a fronte di tassi di interesse elevati riduce la domanda di crediti di investimento. Gli indici di liquidità relativamente bassi di piccole e medie imprese costituiscono un fattore di aumento dei rischi legati a finanziamenti a medio e lungo termine.
L'aumento dei rischi legati ai prestiti sono un fattore di irrigidimento delle condizioni sui prestiti stessi. Attualmente solo il 7-10% dei prestiti vengono concessi alle piccole e medie imprese per un periodo superiore a tre anni. Inoltre, le richieste aggiuntive da parte di piccole e medie imprese durante crediti di investimento a lungo termine, secondo varie stime, vanno da 490 a 900 miliardi di rubli in un anno.
La creazione di un sistema nazionale di istituti di garanzia, fondato su di un'Agenzia di garanzia sui prestiti, apporterà un enorme contributo all'aumento delle risorse di finanziamento per l'avvio di piccole e medie imprese legate a progetti di investimento nel settore non commerciale, permetterà di ridurre i rischi che comporta un credito a lungo termine e consentirà di fondare un complesso sistema di garanzie per il sostegno delle piccole e medie imprese, ha annunciato il rappresentante del governo.
Secondo un piano aziendale quinquennale dell'Agenzia di garanzia per i prestiti, l'importo complessivo delle garanzie concesse dovrebbe essere pari almeno a 439,9 miliardi di rubli; l'importo complessivo dei prestiti con garanzia per le piccole e medie imprese va dagli 824,9 agli 879,9 miliardi di rubli.
In precedenza, il 2 aprile 2014, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un decreto per stanziare 50 miliardi di rubli del bilancio federale alla S.p.a. "Agenzia di garanzia sui prestiti - o Fondo di garanzia federale".
L'agenzia fornirà delle contro-garanzie alle organizzazioni di garanzia regionali nei finanziamenti alle piccole e medie imprese. E nei casi in cui l'importo del finanziamento superasse le capacità delle agenzie di garanzia per i prestiti regionali, l'Agenzia garantirà direttamente.
La creazione di un'Agenzia di garanzia per i prestiti è parte di un programma finalizzato al miglioramento del mercato del credito russo. In questo modo le informazioni relative ai clienti, che le banche possono reperire dalle informazioni relative al tipo di credito, diventeranno presto più dettagliate. Secondo la decisione della Banca Centrale relativa a "composizione e reperimento di informazioni relative alle storie di credito ", dal 1° luglio 2014 l'ufficio crediti inizierà a raccogliere dati riguardo ai prestiti concessi ai vari clienti, in che modo sono stati concessi e, nel caso in cui un prestito non fosse stato concesso, ci s'informerà sulle motivazioni.
Il progetto è stato sviluppato a seguito di incontri con le banche e con le agenzie di credito. Fino ad ora le informazioni dettagliate relative alle storie di credito non erano disponibili e, secondo i partecipanti al mercato, sarebbero utili alle banche per ridurre i rischi nella concessione di prestiti.
Secondo le disposizioni della Banca Centrale, ora le informazioni relative ai crediti hanno l'intento di completare le informazioni relative alle categorie di credito - in conformità con i criteri del regolatore, saranno pubblicate successivamente - così come le informazioni relative alla sua erogazione: mediata, diretta o remota.

Rublo Euro - Rublo Dollaro