Electronic banking

Visita il sito Russia 24
eurasia24.gif

FINANZA E MERCATI N.54

Uzbekistan: obiettivo PMI per il Presidente

Nel corso di un  grande Convegno tenutosi in agosto e preceduto da una vasta consultazione con gli imprenditori locali,  Mirziyoyev si è impegnato a nuove misure di supporto per le PMI private cresciute in questi anni, che coprono ormai il 50% del PIL del Paese

Il 20 agosto, a Tashkent, è avvenuto un importante incontro indetto dal presidente Shavkat Mirziyoyev con i piccoli imprenditori privati del Paese che ha raccolto, direttamente o indirettamente, ben 10mila partecipanti. Obiettivo: ascoltare direttamente, dalla voce degli imprenditori, le difficoltà che limitano il loro sviluppo ed annunciare una serie di interventi atti a migliorare la situazione e a dare una spinta significativa alla produzione, all’impiego di manodopera ed alle esportazioni di questo settore che già copre oltre il 50% del Pil del Paese.
Non è da oggi che gli sforzi del Governo sono rivolti in questa direzione. Gli oltre 2.000 provvedimenti tra leggi, norme attuative, disposizioni amministrative entrati in vigore da quando Mirziyoyev ha assunto la presidenza e mirati a semplificare le procedure e a decentralizzare le attività, sono stati determinanti per raggiungere i risultati attuali. Molte cose sono diventate più facili. Sono state abolite decine di procedure (autorizzazioni, controlli, ecc.) che si frapponevano all’iniziativa individuale e all’avvio di attività private. Per quelle rimaste in vigore sono stati tagliati i tempi di rilascio. Sono state revocate moltissime restrizioni relative alla circolazione di denaro contante, valuta e materie prime. Si tratta ora di completare questa svolta riempiendo le caselle mancanti.

Con questo obiettivo, prima dell’incontro è stata realizzata anche una consultazione su vasta scala in cui si è chiesto agli imprenditori di far pervenire le loro osservazioni e richieste sui problemi che li riguardano direttamente. Ne sono pervenute oltre 15mila. Una prima risposta a queste esigenze è emersa già in occasione dell’incontro di agosto quando Mirziyoyev ha deciso di entrare nel dettaglio, delineando 7 aree critiche su cui il Governo dovrà intervenire. La prima riguarda il finanziamento delle imprese, la seconda il miglioramento del sistema fiscale e la riduzione del carico fiscale sulle imprese, la terza è finalizzata a migliorare la procedura per la messa a disposizione di terreni, la quarta riguarda lo sviluppo delle infrastrutture, la quinta il sostegno alle imprese esportatrici, la sesta il settore dei trasporti e della logistica, la settima la semplificazione delle procedure aziendali.

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×