Electronic banking

Visita il sito Russia 24
eurasia24.gif

EURASIA IN CIFRE N.41

EAEU: cresce l’interscambio all’interno dell’Unione

I dati sull’interscambio tra i Paesi dell’Unione Eurasiatica pubblicati in maggio dalla Commissione, confermano la tesi secondo cui la crisi collegata al Covid 19 è destinata ad avere, anche nel medio termine, un effetto di rafforzamento dell’interdipendenza economica degli Stati aderenti.

L’ammontare complessivo per tutti i prodotti trasformati ad esclusione dell’energia e dei prodotti che servono per l’alimentazione di base, è stato di 9,1 miliardi di dollari con una crescita del 2,8% su base annua. Invece le esportazioni dell’insieme dei Paesi EAEU in direzione di Paesi terzi, pari a 25,8 miliardi di dollari, sono diminuite dell’8,2%.

La voce più importante nel l’interscambio all’interno dell’Unione è coperta dall’industria meccanica (26,5% del totale con una crescita dello 0,5%, seguita dai prodotti alimentari (22,5%) e dalla chimica (16,5%) con incrementi pari, rispettivamente, al 6,6% e all’1,6%. In calo soltanto l’interscambio nel settore metallurgico che è anche la voce più importante delle esportazioni EAEU verso il resto del mondo. Copre circa un terzo del totale e ha registrato un calo del 19,6%. E’ seguito dai prodotti alimentari 23% che invece sono cresciuti del 15,9%, dalla chimica (20,5%) in calo del 14%, dalla filiera legno e carta (9,5%) in calo dell’8,2% e dalla meccanica (9,3%) sostanzialmente stabile (+ 0,3%).

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×