Electronic banking

Visita il sito Russia 24
eurasia24.gif

AZIENDE IN PRIMO PIANO N.40

Kazakistan – Ferrovie: KTZ rinuncia ai nuovi “supertreni” Talgo

Definitivamente annullato l’ordine per 21 convogli e 603 vetture di diversa tipologia ma con un corpo più largo dei modelli precedenti che il costruttore spagnolo ha progettato con caratteristiche adattate allo scartamento 1520 mm. L’operatore ferroviario kazako resta alla ricerca di un eventuale partner per la ex joint venture con Talgo.

 

Stop, almeno per il momento, al progetto di aumento di velocità e confort nel traffico passeggeri collegato al recente ordine (21 convogli per un totale di 603 vagoni da consegnare nell’arco dei prossimi 10 anni) delle ferrovie nazionali kazake basati sul modello 250 del costruttore ferroviario spagnolo Talgo, conformi allo scartamento standard (1520 mm) della rete ferroviaria esistente, utilizzato in Russia e nei Paesi ex URSS.  Ma a cui sono state apportate alcune serie di importanti modifiche che li rendono più spaziosi e confortevoli.

 

Costi-passeggero troppo elevati
Il problema, come indicato dal chief executive di Temir Zholy JSC, Sauat Mynbaev, è che i nuovi treni, con i primi 22 vagoni in fase di assemblaggio,  sono certamente più comodi ma, nella versione passeggeri, hanno un numero di posti molto ridotto, che aumenterebbe il costo per passeggero di 2,5 volte.
Erano previste anche delle versioni “notte” con vagone letto di lusso (2 posti con doccia in ogni cabina), vagone letto business (2 posti con lavandino e toilette) e cuccette (4 posti). Attualmente sono in servizio 22 convogli con 614 vagoni di modelli precedenti, costruiti da Tulpar-Talgo la joint venture costituita nel 2011 tra Temir Zholy e la stessa Talgo  che nel frattempo ha passato diverse vicissitudini ed è attualmente controllata da KTZ.  Ha anche cambiato nome diventando Tulpar Wagon Krastyru Zauyty (ZHShS).
Le principali linee attualmente servite dai convogli costruiti fino a oggi dall’azienda sono la Almaty Mangystau in direzione est-ovest, nel sud del Paese e la  Nur-Sultan (ex Astana) - Saryagash, in direzione nord sud, verso l’Uzbekistan.
Restano aperti due problemi: 22 vagoni del nuovo modello già semiallestiti da consegnare. E la rescissione del contratto di licenza con Talgo che comunque ne ha acquisito uno per la manutenzione della flotta esistente fino al 2036.

 

Continuano i programmi con TVZ e Transmashholding

Non dovrebbe essere difficile. Il programma di produzione di Tulpar Wagon Krastyru Zauyty prevede quest’anno l’assemblaggio di 146 vagoni su modelli di disegnati da TVZ (Tverskoy Vagonostroitelniy Zavod), controllata da Transmashholding che nel 2018 aveva anche siglato un accordo preliminare, che però non è mai stato finalizzato, per l’acquisizione della stessa Tulpar – Targo. Analoghe trattative sono state poi condotte con la filiale bielorussa di Stadler e con “controparti cinesi” non meglio specificate, ma senza esito.
In Kazakhstan TMH è anche partner di Alsthom in EKZ (Elektrovoz Kurastyru Zauyty) e di General Electric in LKZ (Lokomotiv Kurastyru Zauyty) . Entrambe le società producono locomotive merci e passeggeri. Elktrovoz produce anche vagoni passeggeri.

 

Un “gigante” nel settore merci

In realtà l’attività principale di KTZ (e quella più redditizia) si svolge nel settore merci. Nel 2017 (ultimo anno con dati completi disponibili) la rete ha trasportato più di 272 milioni di tonnellate per un totale di 262 miliardi di tonnellate chilometro. Sotto questo profilo, il Kazakistan si colloca all’8° posto nella classifica mondiale dei trasporti su rotaia,  oltretutto con una crescita media sostenuta (+11% nel 2017). E la rotaia copre complessivamente il 47% del tonnellaggio complessivo trasportato nel Paese inclusi cereali, carbone, materiale edilizio, petrolio e derivati.

Suddivisione del traffico merci su rotaia
(milioni di tonnellate chilometro)

Trasporti interni

160.700

Esportazioni

78.000

Importazioni

17.400

Transito

16.000

Totale

272.100

 

Non tutto il traffico è gestito direttamente da convogli KTZ, che però è l’operatore predominante. Ma comunque anche il traffico passeggeri non è irrilevante: sono 23 milioni. E sono spostamenti lunghi. La media infatti è di 720 chilometri.  La flotta gestita da KTz in questo caso è di circa 2.200 vetture di cui 670 costruite da Tulpar – Talgo.

Your browser is outdated! The site will not work properly. To fix this problem, click here

×